<< Home Page


Patologie > Torna ai quesiti proposti

 

Titolo:
Autore:
I.P.:
Data:
PATOLOGIE
Lorenzo Sesso
159.149.102.4
16/11/2005 16:26:09
 
Le patologie delle api possono essere suddivise in p. parassitarie,p. protozoarie,p. micotiche, p. batteriche e p. virali. Le patologie virali, micotiche e protozoarie non prevedono una terapia specifica e quindi valgono le buone norme sanitarie di allevamento. Le patologie batteriche (peste americana/peste europea) richiedono la distruzione delle colonie colpite. La patologia parassitaria più importante dal punto di vista economico e sanitario, ovvero la varroasi, richiede obbligatoriamente diversi interventi annuali. Normalmente si effettua il primo trattamento "tampone" alla fine del raccolto estivo (metà agosto circa)con prodotti a base di timolo (nomi commerciali: Apiguard e ApilifeVar). In assenza di covata (novembre/dicembre), con temperatura superiore a 8-10°C, è necessario effettuare un trattamento con acido ossalico (gocciolato 80g AO:400g Saccarosio:1000g Acqua distillata, spruzzato 30 g AO per 1000g Acqua distillata, sublimato mediante Varrox). E' possibile utilizzare altri prodotti sia per il trattamento estivo che per il trattamento invernale sebbene i più utilizzati siano quelli già citati.
Rimango a disposizione per chiarimenti.
cordiali saluti

Lorenzo Sesso

 

Risposta