<< Home Page

IPEREAT
*Notizie utili su questo nuovo prodotto per la lotta alla varroasi ed ad altre patologie.

 

IPEREAT* è un mangime composto formulato con acqua, zuccheri semplici, acidi organici, propolis depurata e sterilizzata ed olii essenziali.
Si presenta in forma liquida e viene commercializzato in contenitori da 1lt., 5lt. e 10lt.
Dosato sulle api, mediante fine gocciolamento, si fissa sul loro corpo nuocendo alla varroa ed ad altre patologie.
Utilizzo di IPEREAT :

In Primavera:
conviene intervenire sugli alveari non prima che la produzione di covata primaverile sia coperta da api giovani.
Esiste negli alveari un momento difficile e delicato quando le api svernanti lasciano il posto alle nuove generazioni è in questa fase che si può usare l'IPEREAT
in ragione di 3cc per favo coperto d'api con un massimo di 25cc per alveare.
Il prodotto deve essere preventivamente riscaldato a bagnomaria fino a 35°-40°C ed agitato prima di travasarlo nell'apposita "spruzzetta".
E' importante convogliare il gocciolamento tra i favi contenenti covata.
In zone dove si ha la presenza di covata calcificata si nota, a breve termine, l'azione efficace del prodotto.
Gli olii contenuti e l'alta acidità che caratterizzano IPEREAT, producono in ogni stagione una riduzione della micosi e portano le famiglie, in precedenza malate, al raccolto.
Solo se la famiglia è compromessa in forma grave, eliminare i favi più colpiti dalla covata calcificata, rinforzare con api giovani provenienti da alveari forti e attivare 2 interventi con le medesime modalità del primo a 10 gg di distanzal'uno dall' altro.
Non sommunistrare IPEREAT sulle api di sciami naturali appena raccolti.
Aspettare che la famiglia abbia costruito la nuova dimora e dosare 3cc. per favo coperto d'api, prima dell'opercolatura della nuova covata.
Tra un raccolto e il successivo:
E' consigliabile agire al cambio dei melari, preferibilmente quando la covata presente nei nidi è minima rispetto alle api presenti.
Tante bottinatrici sono presenti nell'alveare, stazionano tutta l'arnia, quindi per ottenere maggiore efficacia di deve dosare l'IPEREAT anche nelle parti dell'arnia che non contengono covata.
A fine raccolto
A fine covata:
Somministrandio IPEREAT non si è notato alcun danno alle api svernantie alla regina.


In definitiva
Utilizzare IPEREAT come indicato nelle confezioni.
Per una corretta temperatura di utilizzo è consigliato utilizzare contenitori termostatati per il trasporto in apiario.
Se conservato a temperatura ambiente ed al riparo dalla luce, il prodotto non perde d'efficacia
IPEREAT si presta a diagnosi veloci e sicure sia durante la stagione produttiva sia quando le api invernali sono in glomere.
I suoi ingredienti naturali, ai dosaggi consigliati, non danneggiano ne le api, ne la covata ne la regina.
IPEREAT si può utilizzare in ogni momento; da la sua massima efficacia operando a cielo coperto con temperatura diurne dai 10° ai 30° C.
Se si opera con api in glomere, attuare una sola somministrazione.
IPEREAT somministrato direttamente sulle api, nel nido, tra un favo e l'altro, rinforza in ogni stagione la colonia.
E' consigliabile, a fine raccolto, eliminare ogni connessione di cera tra i favi.
Sulle confezioni chiare ed evidenti le modalità di somministrazione alle colonie, così pure le attenzioni che l'operatore deve attuare per evitare l'uso improprio del prodotto.
IPEREAT è caratterizzato da un'elevata acidità (ph 1+/-0.5).
Se viene a contatto con gli occhi dell'operatore, lavare subito con acqua. Non lasciare le confezioni del prodotto in luoghi accessibili ai bambini.
IPEREAT dosato tra i favi alle dosi consigliate, non lascia residui nei prodotti dell'alveare.

Per ulteriori informazioni:

Apicoltura Sette Comuni
via Pilastro 36046 Lusiana (VI)
Tel. e Fax 0424 406490

* Queste notizie non hanno ne carattere pubblicitario ne sanitario esse sono state ricavate dall'opuscolo   informativo richiesto ad Apicoltura SetteComuni. Non ci assumiamo nessuna responsabilità ne sull'uso ne sulle prestazioni dell'IPEREAT.  


Torna indietro