<< Home Page | Torna alle News


News scritta il: 02/09/2004 --- Tirate le somme della produzione italiana di miele  

 





Un 2004 di riscatto per la produzione italiana, rispetto agli anni scorsi, le cose, infatti, sono andate decisamente meglio.Il raccolto terminerà a metà settembre, ma per il miele italiano è tempo di tirare le somme di un'annata al di sopra della media, con una produzione che, nel complesso, si attesterà sui 120.000 quintali, come conferma il presidente dell' Unione italiana apicoltori, Francesco Panella: "sicuramente un' annata positiva per un settore che non gode di sostegni al reddito come la gran parte degli altri comparti zootecnici ed agricoli europei e che, quindi, ha accolto con soddisfazione il recente rinnovo del programma europeo 2005/2007 per l' assistenza tecnica e la lotta alle patologie deliberato a Bruxelles".La prova del nove si avrà nella "Settimana del Miele" di Montalcino dal 10 al 12 settembre, l' evento più importante in Italia del settore, che - con incontri, convegni, assaggi, degustazioni, momenti di riflessione e di approfondimento - diventerà il momento giusto per stilare la pagella del miele italiano che quest' anno ha già stabilito un record importante, quello delle 40 tipologie di monoflora."La produzione italiana di miele copre il 20-25% della produzione comunitaria, ogni italiano consuma in media 400 grammi di miele in Italia operano 75.000 apicoltori, con 1,1 milioni di alveari che ospitano una popolazione di 55 miliardi di api. Il giro d' affari dell' apicoltura italiana è di 60 milioni di euro, ma arriva a 2,5 miliardi se si considera il servizio di impollinazione fornito dalle api all' agricoltura. Unanime il giudizio degli apicoltori secondo i quali il primato quest' anno spetterà al miele di acacia, il più richiesto sulle tavole italiane, soprattutto per le produzioni della Lombardia e del Piemonte, seguito dal millefiori, che ha dato buoni risultati in tutta Italia. Bene, secondo una prima stima, anche l' andamento del miele di agrumi (il più ricercato all' estero in compagnia del miele di melata e di quello di castagno) che, fatta eccezione per la Sicilia, ha avuto nel meridione d' Italia le migliori rese.Peggio è andata, invece, al miele di eucalipto, di rododendro e di castagno.

 

 

 

 

Articolo visualizzato 2656 volte

Arnie in scalota di montaggio - Mimmo Di Mauro

DURFO Macchine per l'apicoltura, macchinari per il miele

www.casagrandecuppoloni.it/  Materiale per l Apicoltura

Produzione macchine per bustine monodose

Apedin - prodotti per l'apicoltura

Grenn Planet-Il Biologico su Internet