<< Home Page | Sezioni correlate>> Il Miele | La Propoli |

 

Breve rassegna sui prodotti apistici piu' rilevanti
Miele , Pappa Reale , Propoli

 

IL MIELE 

Il miele è la sostanza alimentare che le api producono partendo dal nettare dei fiori o dalle secrezioni di parti vive di piante, che esse raccolgono, trasformano, combinano con sostanze proprie e depongono nei loro favi. Avvengono numerosi scambi da un’ape all’altra, all’interno dell’alveare, che consentono una graduale maturazione ed arricchimento di enzimi che derivano dalle secrezioni ghiandolari delle api stesse. 
I componenti principali del miele sono il fruttosio, il glucosio, l’acqua, altri zuccheri e sostanze diverse, tra cui acidi organici, sali minerali, enzimi, aromi e molte altre. Il miele è un alimento di elevato valore nutritivo, facilmente assimilabile. Il glucosio fornisce energia di immediato utilizzo, il fruttosio viene metabolizzato a livello epatico e costituisce una riserva energetica. Cento grammi di miele forniscono 320 calorie ed un potere dolcificante elevato. La cristallizzazione è un processo naturale che dipende principalmente dalla composizione e dalla temperatura. Se il contenuto di glucosio è elevato sarà più rapida. Le basse temperature la inibiscono. 
I principali tipi di miele prodotti nella zona del Veneto orientale sono il Taràssaco, l’Acacia, il Millefiori, il Tiglio, il Girasole ed il miele di Melata. (Clicca per gli approfondimenti sul miele)
 

La Pappa reale


La pappa reale è una sostanza semifluida, gelatinosa, di colore bianco, di sapore acidulo-aromatico caratteristico, di elevato valore nutritivo. E' prodotta dalle ghiandole ipofaringee delle api giovani per alimentare le api regine e gli individui neonati (per questo è detta anche "latte delle api"). 
La pappa reale è ricca di sostanze vitali e 100 grammi di prodotto fresco contengono 69,80 g. di acqua e 30,20 g. di residuo secco, il quale è composto per oltre il 48% da proteine e amminoacidi essenziali, per il 38% da zuccheri, per il 10% da grassi. 
Contiene un gran numero di vitamine del gruppo B e numerosi sali minerali (calcio, rame, ferro, silicio, zinco, magnesio, manganese ed altri). Inoltre nella pappa reale è presente un fattore antibiotico. 
Si assume in piccole dosi (una palettina) una o due volte al giorno con continuità, non assieme ad altri alimenti. E' possibile mescolarla con poco miele in un cucchiaino. Si conserva in frigorifero per lunghi periodi (fino ad un anno). 
 

La Propoli


Il termine propoli, secondo l’etimologia greca o latina, indica ciò che sta davanti, a difesa della città, che ha la funzione di pulire, disinfettare. In realtà le api utilizzano questa sostanza per rivestire tutte le superfici interne dell’alveare, i favi e le pareti dell’arnia, con lo scopo di impedire il diffondersi di batteriosi e malattie che la presenza di tanti insetti molto vicini e a contatto tra loro favorirebbero facilmente. 
L’uso della propoli in soluzione alcolica trova applicazioni in dermatologia, in odontostomatologia ed in gastroenterologia per le sue proprietà antibatteriche e antibiotiche naturali. 
Per l’uso esterno (micosi o ferite in fase di cicatrizzazione) è pratico l’uso di bastoncini con l’estremità ovattata. Per uso interno (affezione del cavo orale, gengiviti, gastriti,ecc.) un modo semplice e pratico di somministrazione consiste nell’inserire con il contagocce una piccola quantità di soluzione direttamente in bocca, dopo aver sorseggiato un po’ d’acqua, ed ingerire. In questo modo la propoli aderisce ai tessuti, senza dare la sensazione di bruciore dovuta alla presenza dell’alcool. E’ necessario prestare attenzione in quanto le macchie sugli abiti ed in alcune superfici porose a volte sono indelebili.
 (clicca per gli approfondimenti sulla propoli)