<< Home Page | Riviste

 

"Lapis" edizione 01/05



Le api morte hanno parlato! Gaucho, Regent e Karate rinvenuti nelle famiglie decimate.

Il laboratorio della DSV (Servizi Veterinari) del dipartimento francese dello Cher ha trovato Imidacloprid in un campione di api morte su tre, Fipronil in un campione su tre, Lambda-cyhalotrina in un campione di api su due, fra quelli analizzati. D'altra parte nessuna di queste sostanze è stata rinvenuta nel miele o nel polline analizzato.

Sono più di dieci anni che gli apicoltori francesi si battono affinché si stabilisca il legame tra gli insetticidi sistemici tipo Gaucho e Regent, utilizzati per il trattamento delle semenze, e la sovra mortalità ed i comportamenti anormali delle bottinatrici. Questa volta gli apicoltori hanno ben altra dimostrazione da opporre ai fabbricanti dei prodotti fitosanitari, oltre alle osservazioni empiriche e al drammatico calo di produzione del loro miele.
Il 2 dicembre la direzione dei Servizi Veterinari ad Orleans ha comunicato i risultati delle analisi agli otto apicoltori professionali danneggiati da spopolamenti e mortalità d'api nello Champagne.
A fine luglio un monitoraggio era stato condotto su tremila alveari transumanti nei campi di girasole nei cantoni di Aix-d'Angillon, di Sancergues et d'Henrichemont.
Da due anni era stato definito un protocollo: solamente la rapidità d'azione e la refrigerazione dei cadaveri può, infatti, garantire l'affidabilità scientifica delle analisi.
Le analisi hanno quindi rivelato dei residui di principi attivi degli insetticidi nei campioni di api prelevati dagli alveari.
"E' la prima volta in Francia che i servizi dello Stato vanno fino in fondo nell'investigazione" ha dichiarato Dominique Ronceray, apicoltore e presidente dell'associazione ADAPIC.
Grazie alle analisi effettuate nello Cher potrebbe essere l'ora per Monsanto e Bayer di trovarsi a dover provare che le loro misture sono benefiche all'organismo delle api!


Libera traduzione e sunto di un articolo di Julien Rapegno
del giornale BERRY REPUBLICAIN del 3 dicembre 2004