<< Home Page | Sezioni correlate>> Patologie | Tecniche Apistiche

 

"Recupero dello sciame mediante telaino". 

 

Assistere all'uscita contemporanea di 10-20 mila api è una delle emozioni più forti per un apicoltore sia esso esperto o neofita, quel "rombo" inconfondibile che si avverte a decine di metri prelude allo spettacolo più affascinante del mondo apistico: la sciamatura.
Recuperare uno sciame appena uscito dall'arnia può essere cosa semplice e di poco conto, le api sono molto docili e basta riuscire a prelevare la regina (solitamente scuotendole nel portasciame) che tutte la seguiranno, spesso e volentieri però le circostanze si complicano, vuoi per le asperità de terreno vuoi per dove si posa lo sciame le cose non sempre sono semplici ed imediate.
Nella breve descrizione che ci accingeremo a fare, analizzeremo un metodo (abbastanza efficace) per recuperare sciami anche in condizioni avverse.
L'idea non è nuova, ma è efficace in tutti quei casi in cui è impossibile scrollare o spazzolare le api direttamente, il materiale occorrente è il seguente:

  • Un portasciame (quelli leggeri in polistirolo o compensato sono ideali);
  • Affumicatore;
  • Un gancio di ferro ad "S";
  • Un telaino costruito che ha contenuto covata, con pochi residui di miele;

Andremo a descivere il metodo applicato ad uno sciame posatosi su un albero, ma esso può essere utilizzato ovunque.
Constatato che lo sciame non è direttamente scrollabile, poniamo il telaino costruito in prossimità dello stesso, per lo scopo ci aiutiamo con il gancio ad "S" o con qualsiasi altro oggetto in grado di sostenere il telaino, tale operazione è molto delicata in quanto ove possibile, si deve cercare di far toccare sciame e telaino in modo da creare un "contatto" tra i due. Una volta fatto ciò occorrerà solo qualche sbuffata per indirizzare le api sul telaino. Quando la maggior parte dello sciame vi si troverà sopra, bisogna sganciarlo e inserirlo delicatamente e lentamente dentro il portasciame, basterà, quindi, sbuffare del fumo sulle api eventualmente rimaste che esse raggiungeranno le compagne.
Ovviamente si aggiungeranno gli altri telaini e si chiuderà la cassettina quando tutte le api saranno dentro.
Bisogna fare delle doverose ed utili precisazioni:

  • Il telaino da utilizzare deve avere le caratteristiche descritte, ho fatto delle prove con altri telaini (non costruiti, parzialmente costruiti ...) ma le api non li gradivano.
  • Se si tratta di uno sciame medio grosso, sarà necessario utilizzare due o più telaini.
  • Il gancio ad "s" può essere benissimo fissato alla base del telaino tra foglio cereo e stecca.

Spero con il presente articolo di essere stato di aiuto, gradirei se fosse possibile dei riscontri sulla riuscita o meno del metodo.

 

Paolo Armirina

Torna indietro